Sedazione cosciente

La sedazione cosciente in odontoiatria, conosciuta anche come analgesia sedativa, è una delle tecniche più innovative utilizzate in questo settore. Importata in Italia negli ultimi anni ha già conquistato una larga scala di pazienti, ormai fiduciosi e meno intimoriti delle cure odontoiatriche.

E’ frequente tra i pazienti la paura di sottoporsi ad un trattamento odontoiatrico ma, spesso, accade che, prima ancora di essersi sottoposto a tale trattamento, si è impauriti, o comunque agitati, alla sola vista di un trapano o qualsivoglia arnese utilizzato dal dentista.

Nella nostra cultura, infatti, il dentista non è inquadrato nella giusta prospettiva, e cioè come colui che ha una precisa missione da compiere, quella di mantenere e favorire l’igiene e la salute orale, ma viene piuttosto scambiato come la causa dei mali, il dolore dei dolori, un’esperienza da dimenticare il prima possibile, perché, quasi sempre, il dolore prevale sull’importantissimo compito svolto dal dentista.
Da oggi, però, puoi dire addio al dolore, al fastidio e alla paura da dentista: arriva la sedazione cosciente.

Esistono due tipi diversi di sedazione:

  • Inalatoria attraverso l’utilizzo di una miscela di ossigeno e protossido d’azoto si riesce a condurre il paziente in una fase di relax che gli permette di farsi sottoporre alle terapie odontoiatriche
  • Iniettiva attraverso l’applicazione di un ago cannula vengono iniettati dei farmaci che conducono il paziente in uno stato di torpore molto profondo, controllato dalla supervisione dell’anestesista che deve essere sempre presente in sala, questa pratica molto utilizzata per tutte quelle terapie impegnative che prevedono varie ore di permanenza alla poltrona e anche per tutti quei pazienti che hanno particolari problemi di salute (cardiopatie, handicap, ecc).